0823 1848090 osservatoriogiuridicoitaliano@gmail.com

Sex Crime quando l’amore diventa Reato

Dall’Osservatorio Giuridico Italiano e l’Accademia Italiana di Scienze Forensi è partita una campagna di sensibilizzazione contro ogni tipo di violenza, che ha spopolato sul web e sui social network. Manifestazioni di dissenso contro ogni tipo di violenza e, al contempo, di solidarietà a favore delle vittime di soprusi, hanno mosso associazioni sportive, mediche, di volontariato, case editrici, artisti, giuristi e molti altri. La squadra di basket Juvecaserta, la squadra Blu volley di Verona, Sal Da Vinci ed il cast del musical Stelle a metà, Enzo Decaro,attore, Pasquale Palma, comico di Made in Sud, e molti altri. Momento topico di tale manifestazione è stato il Convegno Nazionale “Sex Crime: quando l’amore diventa reato” del 26 febbraio 2015, in cui sono stati trattati temi delicati ed insidiosi che notoriamente vengono denominati dai media mondiali con il nome di sex crimes, ovvero reati a sfondo sessuale. Tra gli argomenti affrontati dai maggiori esperti del settore si è argomentato non solo sui dati statistici dei reati maggiormante commessi in tale ambito, ma anche il profiling psicologico di un sex offender, come avviene la ricostruzione di una scena del crimine e quali danni fisici e psicologici ci si trova a dover fronteggiare.
Tra i grandi protagonisti del congresso gli investigatori degli NCSI e molti professionisti, che periodicamente offrono il loro contributo verso tali gravi reati, anche attraverso note trasmissioni televisive. I molteplici aspetti aspetti della vita umana, coinvolti in siffatti crimini, abbracciano non solo fattispecie di tipo squisitamente giuridico, laddove dati comportamenti si concretizzino in una delle ipotesi delittuose previste dal nostro codice penale, ma anche risvolti tecnici, psichiatrici, psicologici e medici, da qui la necessità di realizzare un incontro ed un momento di riflessione che consenta di analizzare la materia sotto più angolazioni, tutte diverse ma al contempo necessarie.
Il convegno ha avuto luogo nell’ampia Sala resa disponibile dalla Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare il 26 febbraio 2015. Fra i partecipanti: il Comandante della Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare Col. Veniero Santoro; il Prof. Alessandro Meluzzi, noto psichiatra e criminologo, il Prof. Angelo Zappalà, ordinario dell’Università Pontificia Salesiana Rebaudengo di Torino; il Generale Luciano Garofano, già Comandante dei Ris nucleo investigativo di Parma e Presidente dell’Accademia Italiana di Scienze Forensi; Joseph Briggs, Vice Dirigente NCIS Europe ed Africa;Dave Cronk Regional Sexual Assault ResponseCoordinator; il Prof. Giovanni Presta, Presidente della Commissione Vigilanza delle strutture socio-sanitarie; la Dott.ssa Cinzia Gimelli, psicologa forense e membro del direttivo dell’Accademia Italiana di Scienze Forensi; l’Avv. Tiziana Barrella, Responsabile Scientifico dell’Osservatorio Giuridico Italiano ed esperta in linguaggio del corpo; la Dott.ssa Paola Giannetakis, psicologa investigativa. Tra le autorità locali: il Sindaco Dott. Pio del Gaudio; il Procuratore Capo della Repubblica presso il Tribunale di S. Maria C.V. Dott.ssa Raffaella Capasso; il Questore Dott. Francesco Messina; il Comandante Provinciale dei Carabinieri Col. Giancarlo Scafuri; il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Col. Giuseppi Verrocchi; il Comandante della PM di Caserta Alberto Negro.
Il progetto ha  rappresentato uno strumento di sensibilizzazione verso tematiche dilaganti e che non conoscono nè limiti territoriali nè sociali. Il congresso, gratuito ed aperto al pubblico, è patrocinato: dagli NCIS – Naval Criminal Investigative Service, dall’Osservatorio Giuridico Italiano SMCV, dall’Accademia Italiana di Scienze Forensi, dall’Ordine degli Avvocati di Santa Maria Capua Vetere, dall’Ordine degli Psicologi Regione Campania, dal Comune di Caserta, dalla Dike Giuridica, da Caserta Reale, dalla Juvecaserta basket, dall’Hotel dei Cavalieri, dalla Cleprin, dalla UnionGas e da altri organismi rappresentativi.